+39 049 860 1340 | +39 391 384 64 37 [email protected]

      “Riprogrammare il sistema posturale è fondamentale per migliorare la performance” dice Jacques Lamarche osteopata di grande esperienza in campo sportivo. Il più piccolo disturbo posturale, spiega, ha delle ripercussioni deleterie sul rendimento muscolare, con abbassamento della performance e della progressione, e può condurre ad infortuni sia nello sportivo occasionale che nell’agonista di alto livello.

      Spesso piccoli traumi muscolari ripetuti sono in grado di innescare un disturbo sia a livello muscolo-scheletrico che  a livello posturale;  anche difetti di appoggio del piede, per esempio, come nel caso di un’alluce valgo, sono in grado di disturbare il sistema nervoso che regola la postura, portando ad una continua necessità di compenso che finisce per alterare completamente lo schema del movimento che diventa anti-economico.

      Il ruolo dei piedi, degli occhi, dell’ orecchio, dei denti, cioè  dei captori posturali è fondamentale e assieme ai muscoli costituisce il sistema posturale che è il motore per la biomeccanica del movimento.

      L’armonia del gesto sportivo e la sua efficacia dipendono dal giusto funzionamento dell’intera “macchina” del movimento.

      Il modo migliore per incrementare la performance dello sportivo consiste nel riprogrammare il sistema posturale, migliorando le informazioni a livello dei captori posturali (per esempio con delle solette, un ortotico o bite, ecc…) normalizzando il sistema osteo-articolare e le catene muscolari, evitando anche che da piccoli infortuni ci si ritrovi a combattere con problematiche più disabilitanti.

      Pin It on Pinterest