+39 049 860 1340 | +39 391 384 64 37 [email protected]

      Il pavimento pelvico è un insieme di muscoli che si presentano come a forma di amaca che sorregge gli organi interni e le strutture ossee della pelvi, dal bacino fino all’osso sacro.

      Si tratta di una zona del corpo piuttosto complessa dalla cui salute dipendono molte funzioni: questa muscolatura crea una specie di struttura fasciale e legamentosa che sostiene l’addome e gli organi genitali.

      Generalmente sentiamo parlare di problematiche relative al pavimento pelvico dopo o durante la gravidanza oppure in relazione al dolore pelvico cronico.

      Il pavimento pelvico e le contrazioni controllate dei suoi muscoli sono responsabili della minzione e della defecazione, e una buona motilità del pavimento pelvico è funzionale ad una corretta postura.

      Le problematiche relative al pavimento pelvico, salvo quelle a seguito di una gravidanza, possono colpire indistintamente uomini e donne, provocando incontinenza urinaria, perdita di sensibilità o dolorabilità durante i rapporti sessuali, dolore pelvico cronico che si irradia in tutta la zona lombare.

      Ma quali sono queste problematiche? Principalmente, la perdita di tono muscolare o alcune lesioni. In questi casi l’osteopatia può essere di sostegno al recupero di un tono muscolare utile per ripristinare la funzionalità del pavimento pelvico.

      Problematiche al pavimento pelvico dopo la gravidanza

      Una delle cause più tipiche delle disfunzioni del pavimento pelvico è la gravidanza. Durante i nove mesi, infatti, il corpo della donna e gli organi interni subiscono numerosi mutamenti e modifiche strutturali. Il pavimento pelvico subisce tensioni, stress e stiramenti che possono provocarne un indebolimento.

      L’utero che cresce per far posto al feto schiaccia gli organi come l’intestino e lo stomaco. Capita spesso, infatti, durante la gravidanza di avere problemi di stipsi e difficoltà di digestione, proprio dovuti alla ridotta funzionalità degli organi interni.

      Il pavimento pelvico subisce stiramenti anche a causa del maggior peso che è costretto a supportare del feto in crescita. Durante la gestazione sono molti i ginecologi che consigliano di fare dei semplici esercizi di contrazione della muscolatura pelvica, proprio per favorire il mantenimento dell’agilità dei tessuti.

      In caso di gravidanze ripetute, però, i muscoli tendono fisiologicamente a indebolirsi e il pavimento pelvico risulta più compromesso.

      L’osteopata sarà in grado di aiutare la donna a recuperare la piena funzionalità del pavimento pelvico con trattamenti manipolativi osteopatici e con l’indicazione di alcuni esercizi da ripetere anche a casa in autonomia che potranno essere già fatti anche negli ultimi mesi di gravidanza.

      Disfunzionalità pelviche: l’importanza di una corretta diagnosi

      La pelvi è una zona del corpo in cui intrecciano diverse funzionalità e apparati che lavorano insieme: sistema nervoso, muscolare e scheletrico; apparato genitale, urinario e intestinale.

      In caso di disturbi ricorrenti o di difficile diagnosi, può rendersi utile una visione a 360 gradi che unisca diverse discipline mediche (neurologia, ginecologia, urologia) unitamente a un approccio osteopatico. Per questo è nato a Milano il Centro della Pelvi, un centro di medicina integrata che indaga e tratta diversi tipi di problematiche inerenti alla pelvi. Per maggiori informazioni potete visitare il sito web ufficiale del Centro della Pelvi.

      Call Now Button

      Pin It on Pinterest