+39 049 860 1340 | +39 391 384 64 37 [email protected]

      L’osteopatia in gravidanza può essere una cura dolce per molti disturbi che possono insorgere nei nove mesi dell’attesa. Il corpo della donna, infatti, subisce numerosi ed evidenti mutamenti del tutto fisiologici ma necessita di un rinnovato equilibrio al fine di mantenere uno stato di salute e di benessere.

      L’utero si dilata sempre di più per far spazio al bimbo in crescita e, mentre la pancia cresce, gli organi interni si spostano e si schiacciano avendo sempre meno spazio nell’addome.

      Fra i disturbi più evidenti causati dalla gravidanza abbiamo infatti la stipsi, dovuta alla minor mobilità dell’intestino; difficoltà digestive a causa dello schiacciamento dello stomaco; il mal di schiena dovuto ad una modifica del baricentro nella colonna vertebrale e ad una maggior curvatura nella zona lombare.

      L’osteopata grazie alle manipolazioni dolci può aiutare la futura mamma a ritrovare un maggior equilibrio posturale, in modo da migliorare la postura eretta o seduta e soprattutto migliorare la qualità del sonno, fondamentale durante la gravidanza.

      La sicurezza di mamma e bambino è la priorità dell’osteopata, che a seguito di una prima visita di inquadramento può risolvere molte problematiche posturali o dolori articolari, o ancora cervicalgie ed emicrania legate proprio alla condizione di gravidanza.

      Inoltre, l’osteopatia è una terapia priva di controindicazioni che non prevede l’utilizzo di alcun farmaco quindi è assolutamente sicura anche durante la gravidanza, quando l’assunzione di molti medicinali è sconsigliata.

      Nell’ultimo trimestre i trattamenti manipolativi osteopatici possono aiutare la futura mamma a mantenere in equilibrio il bacino e la colonna vertebrale, risolvendo eventuali dolori pelvici o alla schiena e ripristinando la funzionalità dell’addome, per esempio, preservando la regolarità intestinale.

      Mentre il pancione cresce il centro di gravità si modifica e la donna è spinta a tenere una posizione lombare non completamente corretta.

      Grazie ai trattamenti manipolativi osteopatici il corpo della futura mamma asseconda l’adattamento fisiologico del proprio corpo e si prepara al travaglio e al parto.

      Osteopatia per il recupero del pavimento pelvico

      Il sostegno dell’osteopata si rivela fondamentale anche nella preparazione del pavimento pelvico allo sforzo del travaglio, quando il bacino subisce un profondo stress per prepararsi all’espulsione del feto, aiutandolo a restare elastico.

      L’osteopatia è molto utile anche nel periodo dell’immediato post partum, sia in caso di parto eutocico, sia di taglio cesareo.

      I trattamenti manipolativi osteopatici post partum possono aiutare la neomamma a recuperare la piena funzionalità del pavimento pelvico oltre a sostenere il fisico dopo il grande stress del parto, un evento fisiologico ma che necessita di un certo periodo per essere metabolizzato.

      Call Now Button

      Pin It on Pinterest