+39 049 860 1340 | +39 391 384 64 37 [email protected]

      Avete mai sentito parlare di idrokinesiterapia? Si tratta di una terapia praticata in immersione, che sfrutta le condizioni di microgravità dell’acqua, una riabilitazione acquatica volta al recupero funzionale e motorio del paziente. La kinesiterapia è una terapia manuale individuale volta a sciogliere le tensioni e i tessuti per curare e prevenire dolori e difficoltà articolari o muscolari dovute a traumi, fratture, patologie di varia natura.

      Spesso infortuni o traumi, occorsi durante la pratica di uno sport, sono dovuti a quello che in gergo viene definito un sovraccarico funzionale, intendendo una iper-sollecitazione funzionale (ovvero delle funzioni interessate da un determinato movimento) causata principalmente dal ripetersi di gesti e movimenti per tempi troppo lunghi o con intensità troppo elevata.

      In questi casi può determinarsi un microtrauma, dovuto ad uno sforzo eccessivo di una struttura anatomica, non pericoloso o doloroso di per sé, ma problematico in considerazione della ripetitività del movimento. Pensiamo al gomito del tennista, o alla spalla del nuotatore, o ancora ai traumi dovuti alla corsa o anche ad una semplice camminata.

      L’idrokinesiterapia è molto utile proprio per favorire il recupero funzionale, ovvero il percorso di guarigione che il paziente compie insieme al terapista per ripristinare la corretta funzionalità dopo un infortunio o un trauma. Il recupero funzionale in acqua può essere più veloce e soprattutto meno doloroso, se praticato in acqua termale anche ricco di benefici, favorendo la guarigione e ristabilendo le capacità motorie.

      Il vantaggio di fare fisioterapia in acqua è principalmente la riduzione della forza di gravità, con una facilitazione nei movimenti da parte del paziente e la temperatura dell’acqua generalmente fra i 32° e i 35°, che funge da antidolorifico naturale alleviando il dolore percepito.

      L’acqua, infatti, solleva il corpo sostenendone in parte il peso ma crea anche una sorta di resistenza, il motivo per cui camminiamo con più fatica, costringendoci a prendere maggior coscienza dei movimenti che compiamo. Siamo rallentati nei movimenti ma prendiamo consapevolezza della nostra massa corporea, delle sue debolezze e forze.

      L’idrokinesiterapia implica un rapporto di totale fiducia fra il paziente e il terapista, soprattutto nella fase di idrokinesi passiva, in cui è principalmente il terapista a far muovere. Esistono altre due fasi rispettivamente assistita, quando il paziente collabora con il terapista per lo svolgimento dei movimenti; e attiva, quando il baricentro della terapia si sposta completamente sul paziente che da solo esegue i movimenti indicati dal kinesiterapista.

      Il nostro centro si trova ad Abano Terme, località termale famosa in tutta Europa per le proprie fonti di acqua termale, ciò significa che la kinesiterapia di Osteoabano ha un duplice vantaggio. Non solo viene svolta in acqua, un ambiente a gravità ridotta, ma in un’acqua speciale, quella delle terme di Abano. Un’acqua termale dalle infinite proprietà benefiche.

      L’acqua termale grazie alla concentrazione di sali minerali è una grande alleata per il recupero fisico. L’acqua termale di Abano, in particolare, è salsobromoiodica ed è, quindi, particolarmente indicata nel trattamento di lesioni, edemi e infiammazioni. Il contenuto di sali alogeni, come iodio e cloro, rende quest’acqua un prezioso antisettico, favorendo il metabolismo degli enzimi responsabili della distruzione dei batteri. Inoltre, la composizione delle acque termali di Abano è naturalmente vasodilatatoria con effetti benefici sulla secrezione dei muchi e sulla respirazione.

      Scegliete il benessere grazie al centro Osteoabano dove troverete osteopati, fisioterapisti e kinesiterapisti in grado di approntare un piano di recupero ad hoc in base alle vostre esigenze, un recupero favorito anche dagli effetti benefici delle acque termali.

      Call Now Button

      Pin It on Pinterest